Corso TUTELA DELLE RELAZIONI E GESTIONE DEI CONFLITTI NELL'ÈQUIPE PROFESSIONALE

TREVISO - 03 MAGGIO 2019

Corso da 9.0 crediti ECM
  • Non associato FIALS

    100.0 €
  • Associato FIALS

    GRATUITO

Appartiene alla lontana società degli anni sessanta-settanta il concetto di modello di sviluppo illimitato secondo il quale sembrava possibile, se non addirittura ovvio e inarrestabile, crescere indefinitamente avendo a disposizione risorse umane, economiche-finanziarie, materie prime ed energetiche senza limiti. secondo questa logica le strutture e le organizzazioni socio-sanitarie sono a loro volta cresciute perdendo la responsabilità verso l’efficienza. i cambiamenti sociali ed economici successivi hanno invece impostato una revisione di questo modello di sviluppo, in particolare per quanto riguarda i settori pubblici: ricercare l’economicità e la produttività è diventato indispensabile, pena la scomparsa dal mercato. la situazione attuale si può schematicamente definire di non crescita, o in alternativa, di crescita selettiva e l’orientamento a tutti i livelli dell’assistenza va indirizzandosi verso il consolidamento: ciò implica una scelta continua fra quanto si può fare e quanto si deve rinunciare, stabilendo ad ogni passo le priorità. le alternative possibili vanno selezionate attentamente in coerenza con gli obiettivi generali e le risorse disponibili; se queste sono limitate, è evidente che esse andranno reperite principalmente all’interno attraverso una riorganizzazione che si ponga come obiettivo l’eliminazione di comportamenti obsoleti e dei costi superflui, degli sprechi e delle dispersioni e ricerchi piuttosto l’integrazione, le possibili gestioni in comune delle risorse e percorsi logici per il recupero di efficienza. l’esperienza condivisa tra i dirigenti aziendali ha posto l’attenzione sulle fonti dei conflitti. nella maggioranza dei casi i conflitti non sono di natura strutturale, tecnologica o di processo, ma di natura relazionale, così come le analisi dei reclami, condotte dagli uffici relazioni con il pubblico, individua come prima causa gli aspetti relazionali. a fronte di quanto sopra la dimensione relazionale delle professioni mediche e sociosanitarie comprende innanzitutto la padronanza delle tecniche di relazione e la conoscenza delle fonti dei conflitti. il mondo del lavoro rappresenta la fetta più grande della nostra vita: quarant’anni non bastano più. cattive relazioni orizzontali e verticali sono concausa di molte malattie, anche dopo anni dalla data di fine rapporto di lavoro.



  • TUTELA DELLE RELAZIONI E GESTIONE DEI CONFLITTI NELL'ÈQUIPE PROFESSIONALE

    OSPEDALE CA' FONCELLO

    OSPEDALE CA' FONCELLO - PIAZZALE OSPEDALE N 1, TREVISO (TV) 31100

    Email: info@fialsformazione.it

Programma

GiornoProgramma
03/05/2019 Lo stress e la soggettività di reazione agli stimoli (Biancat Roberto) 08:30 - 09:30
03/05/2019 Gli assiomi della comunicazione (Biancat Roberto) 09:30 - 10:00
03/05/2019 I rapporti interpersonali; (Biancat Roberto) 10:00 - 10:30
03/05/2019 Elementi di disturbo (Biancat Roberto) 10:30 - 11:00
03/05/2019 Il viraggio, la modifica del concetto altrui (Biancat Roberto) 11:00 - 11:30
03/05/2019 Tre chiavi di lettura sui problemi con gli altri (Biancat Roberto) 11:30 - 12:00
03/05/2019 Il ruolo degli interlocutori (Biancat Roberto) 12:00 - 13:00
03/05/2019 Pausa pranzo 13:00 - 14:00
03/05/2019 Le motivazioni alla relazione (Biancat Roberto) 14:00 - 14:30
03/05/2019 Analisi degli episodi (Biancat Roberto) 14:30 - 15:00
03/05/2019 Barriere all’ ascolto (Biancat Roberto) 15:00 - 15:30
03/05/2019 La giusta risposta: la riformulazione (Biancat Roberto) 15:30 - 16:30
03/05/2019 Ascoltare: le tecniche (Biancat Roberto) 16:30 - 17:30
03/05/2019 Farsi ascoltare (Biancat Roberto) 17:30 - 18:30
03/05/2019 Test di valutazione finale (Biancat Roberto) 18:30 - 18:45

OSPEDALE CA' FONCELLO OSPEDALE CA' FONCELLO - PIAZZALE OSPEDALE N 1, TREVISO (TV) 31100

Figure professionali a cui il corso è rivolto:


Tutte le discipline